1.7.2000

30.6.2002

 

 

BIENNIO ESERCIZI CINEMATOGRAFICI

 

 

 

L'anno 2000 il giorno 9 del mese di novembre pressa la sede dell'AGIS in Roma, Via di Villa Patrizi, 10

 

TRA

 

l'ANEC ‑ Associazione nazionale esercenti cinema

 

 

E

 

 

la SLC‑CGIL,

la FISTEL‑CISL

la UILSIC‑UIL

 

in attuazione di quanto previsto dall'art.47 del contratto collettivo nazionale di lavoro 3 novembre 1999 per il personale dipendente dagli esercizi cinematografici ed in applicazione dei principi e dei criteri sugli assetti contrattuali contenuti nel Protocollo sul costo del lavoro 23.7.1993, si è stipulato il seguente accordo di rinnovo per il biennio 1.7.2000/30.6.2002 della parte economica del CCNL 3.11.1999:

 

 

1) ‑ AUMENTI RETRIBUTIVI

 

                   A) Le retribuzioni tabellari in atto dei lavoratori dipendenti dalle monosale e multisale cinematografiche sono aumentate secondo le gradualità appresso indicate dei seguenti importi mensili lordi a titolo di elemento aggiuntivo del minimo tabellare utile a tutti gli effetti contrattuali con esclusione degli aumenti periodici di anzianità:

 

 

Dal 1° luglio 2000

 

 

livello

 

                                       18.868

                                       21.132

                                       24.717

3° super                               25.660

                                       30.000

4° super                               31.132

                                       33.208

5° super                               34.906

Quadro                                 41.510

 

 


 

Dal 1° luglio 2001

 

 

livello

 

                       18.868

                       21.132

                       24.717

3° super               25.660

                       30.000

4° super               31.132

                       33.208

5° super               34.906

Quadro                 41.510

 

 

 

Dal 1° aprile 2002

 

 

Livello

 

                        11.950

                        13.384

                        15.654

3° super                16.252

                        19.000

4° super                19.717

                        21.032

5° super                22.107

Quadro                 26.290

 

 

 

Norma transitoria

 

                   In relazione all'aumento retributivo spettante al personale con decorrenza dal 1/7/2000, le parti convengono di escludere la relativa incidenza agli effetti del compenso per prestazioni di lavoro straordinario, notturno e festivo nonché del trattamento per lavoro domenicale nel periodo 1/7/2000 ‑ 30/11/2000.

 

                   B) Le retribuzioni tabellari in atto dei lavoratori dipendenti dai multiplex e dai megaplex sono aumentate secondo le gradualità appresso indicate dei seguenti importi mensili lordi a titolo di elemento aggiuntivo del minimo tabellare utile a tutti gli effetti contrattuali con esclusione degli aumenti periodici di anzianità:


 

Dal 1° luglio 2000

 

Livello

 

A                                      18.868

B                                      23.019

C                                      26.415

D                                      28.302

E                                      31.132

F                                      34.906

QB                                    41.510

QA                                    45.283

 

 

Dal 1° luglio 2001

 

livello

 

A                                       18.868

B                                       23.019

C                                       26.415

D                                       28.302

E                                       31.132

F                                       34.906

QB                                    41.510

QA                                    45.283

 

 

Dal 1° aprile 2002

 

livello

 

A                                       11.950

B                                       14.579

C                                       16.730

D                                       17.925

E                                        19.717

F                                        22.107

QB                                     26.290

QA                                     28.680

 

 

Norma transitoria

 

                   In relazione all'aumento retributivo spettante al personale con decorrenza dal 1/7/2000, le parti convengono di escludere la relativa incidenza agli effetti del compenso per prestazioni di lavoro straordinario, notturno e festivo nonché del trattamento per lavoro domenicale nel periodo 1/7/2000 ‑ 30/11/2000.

 


 

2) ‑ TABELLA RETRIBUTIVA MINIMA

 

                   A) Con le decorrenze appresso indicate i minimi retributivi mensili lordi per i lavoratori dipendenti dalle monosale e multisale cinematografiche i cui minimi retributivi mensili lordi alla data del 30/6/2000 risultavano pari o superiori a quelli indicati nel punto 20) dell'accordo 3.11.1999 sono i seguenti:

 

dal 1° luglio 2008

 
Livello                                 A*                     B**                     C***

 

                                                  373.165                          84.905                          72.956

                                                  416.432                          95.094                          81.710

                                                  489.365                         111.226                          95.572

3° super                                          507.504                         115.471                          99.220

                                                  593.999                         135.000                        116.000

4° super                                          615.722                         140.093                        120.377

                                                  658.398                         149.434                        128.404

5° super                                          690.355                         157.074                        134.969

Quadro                                           820.963                         186.791                        160.504

 

 

Dal 1° luglio 2001

 

livello                                                A*                             B**                              C***

 

                                                  373.165                          84.905                          91.824

                                                  416.432                          95.094                        102.842

                                                  489.365                         111.226                        120.289

3° super                                          507.504                         115.471                        124.880

                                                  593.999                         135.000                        146.000

4° super                                          615.722                         140.093                        151.509

                                                  658.398                         149.434                        161.612

5° super                                          690.355                         157.074                        169.875

Quadro                                           820.963                         186.791                        202.014

 

 

Dal 1° aprile 2002

 

livello                                                A*                             B**                              C***

 

1 °                                                 373.165                          84.905                        103.774

                                                  416.432                          95.094                        116.226

                                                  489.365                         111.226                        135.943

3° super                                          507.504                         115.471                        141.132

                                                  593.999                         135.000                        165.000

4° super                                          615.722                         140.093                        171.226

                                                  658.398                         149.434                        182.644

5° super                                          690.355                         157.074                        191.982

Quadro                                           820.963                         186.791                        228.304


 

 

* Minimi tabellari mensili lordi

 

** Importi mensili lordi a titolo di elemento distinto dalla retribuzione utile ai soli effetti della 13^ mensilità, del premio annuale, delle ferie, del trattamento di fine rapporto, dell'indennità di preavviso e delle festività nazionali ed infrasettimanali.

 

*** Importi mensili lordi a titolo di elemento aggiuntivo del minimo tabellare utile a tutti gli effetti contrattuali con esclusione degli aumenti periodici di anzianità.

 

                   Per quanto concerne i lavoratori i cui minimi retributivi mensili lordi alla data del 30/6/2000 risultavano inferiori a quelli indicati nel punto 20) dell'accordo 3.11.1999, in occasione dei prossimi rinnovi contrattuali formerà oggetto di esame e discussione la situazione relativa alla riduzione degli scarti rispetto ai minimi di cui sopra dei minimi retributivi mensili lordi risultanti a seguito dell'applicazione degli aumenti economici di cui al precedente punto 1).

 

                   B) Con le decorrenze appresso indicate i minimi retributivi mensili lordi, per i lavoratori dipendenti dai multiplex e dai megaplex sono i seguenti:

 

 

 

dal 1° luglio 2000

 

 

livello                                                A*                             B**                              C***

 

A                                  373.165                 84.905                 72.956

B                                                  455.261                         103.584                          89.006

C                                                  522.431                         118.867                        102.138

D                                                  559.747                         127.357                        109.434

E                                                   615.722                         140.093                        120.377

F                                                   690.355                         157.074                        134.969

QB                                                820.963                         186.791                        160.504

QA                                                895.596                         203.772                        175.094

 

 

Dal 1° luglio 2001

 

 

livello                                                A*                             B**                              C***

 

A                                  373.165                 84.905                 91.824

B                                                  455.261                         103.584                        112.025

C                                                  522.431                         118.867                        128.553

D                                                  559.747                         127.357                        137.736

E                                                   615.722                         140.093                        151.509

F                                                   690.355                         157.074                        169.875

QB                                                820.963                         186.791                        202.014

QA                                                895.596                         203.772                        220.377


 

 

Dal l aprile 2002

 

 

livello                                                A*                             B**                              C***

 

A                                                  373.165                          84.905                        103.774

B                                  455.261                103.584               126.604

C                                                  522.431                         118.867                        145.283

D                                                  559.747                         127.357                        155.661

E                                                   615.722                         140.093                        171.226

F                                                   690.355                         157.074                        191.982

QB                                                820.963                         186.791                        228.304

QA                                                895.596                         203.772                        249.057

 

* Minimi tabellari mensili lordi.

 

** Importi mensili lordi a titolo di elemento distinto dalla retribuzione utile ai soli effetti della 13^ mensilità, del premio annuale, delle ferie, del trattamento di fine rapporto, dell'indennità di preavviso e delle festività nazionali ed infrasettimanali.

 

*** Importi mensili lordi a titolo di elemento aggiuntivo del minimo tabellare utile a tutti gli effetti contrattuali con esclusione degli aumenti periodici di anzianità.

 

 

 

3) ‑ PICCOLO ESERCIZIO

 

                   Tutte le clausole del presente accordo non si applicano ai cinema attualmente inquadrati nella categoria del Piccolo esercizio. Le stesse clausole non si applicano altresì ai cinema che in futuro saranno riconosciuti tali per accordi intervenuti tra le organizzazioni territoriali dell'ANEC e dei Sindacati.

 

 

 

4) ‑ CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

 

                   Considerata l'entrata in vigore del d.lgs. 25.2.2000 n.61 recante la nuova disciplina legislativa sul contratto di lavoro a tempo parziale, le parti, nel ribadire le regole ed i criteri sugli assetti contrattuali dettati dal Protocollo sul costo del lavoro 23.7.1993, hanno convenuto sulla necessità di rielaborare la normativa contrattuale in materia di contratto a í tempo parziale al fine di adeguarne tempestivamente i contenuti alle nuove previsioni di legge.

 

                   L'art. 14 del CCNL 3.11.1999 è pertanto così sostituito:

 

                   “Per lavoro a tempo parziale, in applicazione di quanto previsto dal decreto legislativo 25.2.2000 n.61, si intende il rapporto di lavoro prestato ad orario inferiore rispetto a quello previsto dal presente contratto.


Il rapporto di lavoro a tempo parziale può essere di tipo:

 

a)     orizzontale, quando la prestazione si svolge con orario ridotto rispetto all'orario normale giornaliero di lavoro;

b)    verticale o ciclico, quando la prestazione si svolge a tempo pieno limitatamente a periodi determinati nel corso della settimana, del mese o dell'anno.

 

                   I1 rapporto di lavoro a tempo parziale può svolgersi secondo una combinazione delle modalità indicate nelle lettere a) e b) del precedente 2° comma, che contempli giornate o periodi a tempo pieno alternati a giornate o periodi ad orario ridotto o di non lavoro, specificamente indicati nella lettera d'assunzione ovvero nell'atto di trasformazione del rapporto da tempo pieno a tempo parziale o di modifica della precedente determinazione della durata o della collocazione temporale della prestazione.

 

                   L'instaurazione del rapporto di lavoro a tempo parziale deve risultare da atto scritto, sul quale deve essere indicata la durata della prestazione lavorativa e la relativa distribuzione.

 

                   Il rapporto di lavoro a tempo parziale è disciplinato secondo i seguenti principi:

 

·       possono accedervi nuovi assunti o lavoratori in forza per tutte le qualifiche e mansioni previste dal presente contratto;

·       volontarietà di entrambe le parti;

·       reversibilità della prestazione da tempo parziale a tempo pieno tenuto conto delle esigenze aziendali e compatibilmente con le mansioni svolte o da svolgere, ferma restando la reciproca volontarietà;

·       priorità nel passaggio da tempo pieno a tempo parziale e viceversa dei lavoratori già in forza, rispetto ad eventuali nuove assunzioni, per le identiche mansioni.

 

                   Con specifico patto scritto tra lavoratore ed azienda può essere concordato lo svolgimento del rapporto di lavoro a tempo parziale secondo modalità elastiche che consentano la variabilità della collocazione temporale della prestazione lavorativa, anche determinando il passaggio da un part‑time orizzontale a verticale o viceversa, ovvero ad un sistema misto.

 

                   L'esercizio da parte del datore di lavoro del potere di variare la collocazione della prestazione lavorativa di cui al comma precedente comporta un preavviso a favore del lavoratore di almeno dieci giorni. Per le sole ore prestate, a seguito dell'esercizio di tale potere da parte del datore di lavoro, al di fuori degli orari e degli schemi concordati all'atto dell'instaurazione del rapporto a tempo parziale ovvero di trasformazione del rapporto da tempo pieno a tempo parziale, ovvero di modifica degli stessi, compete al lavorato la maggiorazione del 10% della retribuzione oraria.

 

                   Il trattamento economico e gli istituti normativi del presente contratto, in quanto compatibili con il rapporto di lavoro a tempo parziale, saranno proporzionalmente commisurati alla ridotta durata della prestazione lavorativa.

 

                   Per il personale assunto con contratto a tempo parziale di tipo verticale o misto, la durata del periodo di prova dovrà essere computata in giornate lavorative, calcolandosi per ogni mese 26 giornate lavorative.

 

                   Ai fini dell'applicazione dei comporti contrattuali utili per i passaggi di livello, le prestazioni di lavoro a tempo parziale saranno computate in proporzione alla ridotta prestazione di lavoro.

 

                   Quanto alla durata del periodo feriale, il lavoratore con rapporto a tempo parziale di tipo orizzontale ha diritto ad un periodo feriale pari a quello spettante al lavoratore a tempo pieno. Il lavoratore con rapporto a tempo parziale di tipo verticale o misto ha diritto ad un periodo feriale proporzionato alle giornate di lavoro prestate nell'anno.

 

                   Nei rapporti di lavoro a tempo parziale di tipo orizzontale o misto è consentito, previo assenso del lavoratore, lo svolgimento di prestazioni di lavoro supplementare rispetto a quelle concordate, in occasione di punte di più intensa attività, di necessità di sostituzione di lavoratori assenti ovvero per specifiche esigenze di carattere straordinario. In tale caso il ricorso al lavoro supplementare è ammesso nei limiti del 50% dell'orario ridotto pattuito. Le ore di lavoro supplementare effettuate entro tale limite sono retribuite con la maggiorazione del 15%. Per le ore di lavoro supplementare svolte oltre tale limite si applicano le norme di legge in materia.

 

                   Il lavoratore a tempo parziale, che presti ore di lavoro supplementare in via continuativa, avrà diritto al consolidamento totale o parziale nell'orario base individuale della prestazione supplementare continuativa. A tal fine, per prestazione supplementare continuativa agli effetti del consolidamento si intende il lavoro supplementare che superi l'orario base individuale settimanale concordato di oltre il 30% dello stesso, per un periodo di almeno nove mesi nell'arco temporale dei dodici mesi precedenti. Il consolidamento avverrà su istanza scritta del lavoratore interessato, dovrà risultare da atto scritto e decorrerà dalla data di presentazione dell'istanza.

 

                   Nei rapporti di lavoro a tempo parziale di tipo verticale è consentito lo svolgimento di prestazioni lavorative straordinarie in relazione alle giornate di attività lavorativa nel rispetto delle disposizioni dettate dal presente contratto in materia di lavoro straordinario.

 

                   Lo svolgimento di prestazioni lavorative supplementari e straordinarie è consentito, oltre che nei rapporti a tempo indeterminato, anche nei casi di assunzioni a termine di cui all'art. 1, comma 2 della legge 230/1962 e di cui all'art.12 del contratto collettivo nazionale di lavoro".

 

Letto, confermato e sottoscritto

 

 

                                                                              SLC‑CGIL

 

 

ANEC                                                                                               FISTEL –CISL

 

                                                                                                       

                                                                                                        UILSIC‑UIL